Le Vele - La Comunita: La Fenice

Appartamenti a bassa protezione

Comunità a bassa protezione: 3 posti letto.
Questo appartamento è nato nel 1998 a Trezzo sull’Adda e nel 2010 è stato trasferito nella Residenza “La gabbianella” a Vaprio d’Adda. E’ un appartamento al piano terra composto da due camere, un bagno, sala-cucina. Vicinissimi sono i servizi commerciali e di comunicazione per Bergamo, Milano e Monza. Gli ospiti presenti sono 3 con diagnosi di disturbo di personalità.
Hanno un’età compresa tra i 25 e 35 anni circa, hanno un’attività lavorativa o di tirocinio e gestiscono autonomamente la casa.
Come obiettivo generale, in questa casa si accolgono pazienti dimessi da comunità di alta protezione che si sentono di sperimentare un ulteriore percorso di autonomizzazione, ovvero possono recuperare le abilità specifi che legate alla gestione della casa, della quotidianità, e soprattutto delle relazioni nei diversi contesti sociali (casa, lavoro, amicizie, ecc.), in vista del completamento del loro percorso comunitario e il conseguente ritorno nel loro territorio di
provenienza.
Un educatore (complessivamente sono in tre) è presente dalle 3 alle 4 ore al giorno durante l’orario della cena. Il suo compito consiste nel raccogliere malesseri, disagi e difficoltà dell’ospite, trovando soluzioni adeguate e personalizzate e collaborando con tutta la rete che sostiene il paziente: il suo medico curante del Centro psico sociale (che mantiene la presa in cura), il medico di base, gli assistenti sociali, gli operatori del Servizio Inserimento Lavorativo,
i familiari, gli amici, ecc..
In casa sono depositati farmaci, conservati dagli operatori, che vengono consegnati settimanalmente agli ospiti. Il mercoledì l’educatore consegna la scorta settimanale dei farmaci.
Sono gli ospiti stessi che provvedono a gestirseli secondo la terapia prescritta dai loro medici.
Gli operatori medici addetti alla cura, sia rispetto alle esigenze psicopatologiche che farmacologiche, sono gli stessi delle comunità di provenienza oppure direttamente i loro medici del C.p.s. Un medico psichiatra presta supervisione all’équipe degli operatori ed è a disposizione dei pazienti la mattina del lunedì. Il medico di base provvede alle necessità sanitarie di base degli ospiti attraverso visite ambulatoriali e domiciliari. Il medico del lavoro provvede alle
necessità di sicurezza sanitaria per gli operatori secondo la 626.
Il programma terapeutico di ciascun ospite prevede una regolare collaborazione con gli operatori invianti e i servizi del proprio territorio di provenienza. Infatti gli operatori della casa e gli operatori dei servizi invianti si incontrano periodicamente per aggiornarsi e verificare la continuità e l’efficacia di questa esperienza.
Normalmente gli ospiti usufruiscono dei servizi sanitari e psichiatrici della propria zona di provenienza. I servizi sanitari del territorio di Trezzo, Vimercate e Vaprio, vengono utilizzati occasionalmente sia per necessità sanitarie generali o urgenti sia per quelle tipicamente psichiatriche (pronto soccorso-reparto).
Gli operatori che si occupano del gruppo degli ospiti hanno prevalentemente una preparazione psicologica, mentre l’èquipe multidisciplinare che funge da supervisione, è composta daun medico psichiatria, da un’educatrice e da un’assistente sociale.
Pertanto l’organico del personale è così composto :
1. organico di base:
• un medico psichiatra per quattro ore alla settimana;
• una psicologa a tempo pieno con funzioni psico-educative e di coordinamento ;
• una psicologa full-time con funzione psico-educative ;
• un’educatrice part-time con funzioni assistenziali-educative;
2. gruppo di supervisione :
• un medico psichiatra
• un’educatrice
• un’assistente sociale
La gestione del tempo libero è generalmente affi data agli ospiti stessi, salvo casi particolari in cui è necessario il parere o l’autorizzazione del medico o della coordinatrice. Occasionalmente l’operatore organizza iniziative per andare insieme al cinema, in pizzeria, gite e vacanze.
Per ogni necessità di trasporto si utilizza un’automobile della cooperativa, anche se tutte le ospiti sono suffi cientemente autonome. Periodicamente si svolgono riunioni fra ospiti e operatori al fine di analizzare e risolvere elementi di criticità che riguardano la gestione della casa e delle relazioni fra loro.
La giornata tipo prevede che gli ospiti si alzino in tempo utile per fare colazione, prepararsi e recarsi ai rispettivi luoghi di lavoro o di tirocinio, che vengono svolti in orari mattutini. Tutti insieme collaborano nella preparazione del pranzo e della cena e del riordino che segue.
Trascorrono il pomeriggio liberamente: si occupano delle faccende domestiche, del proprio bucato, possono riposarsi oppure possono recarsi da amici o parenti, previo accordo con gli operatori.
Non vi è personale ausiliario in quanto le ospiti stesse provvedono alla pulizia e alla cucina, col supporto degli operatori.
Gestiscono autonomamente il proprio denaro; solo in alcuni casi, o in alcuni periodi, l’operatore consegna loro un budget settimanale prestabilito.
Autonomamente si recano dal loro medico o dall’assistente sociale di riferimento. Settimanalmente l’operatore accompagna gli ospiti al centro commerciale e li assiste nell’attività di spesa, quando necessario. La sera precedente gli ospiti preparano con l’operatore la lista dei generi alimentari che intendono acquistare. 


Le Vele - società cooperativa sociale onlus

Indirizzo: 20056 Trezzo sull'Adda (MI) Via Fiume 15/17

Partita Iva: 03132910963

Codice Fiscale: 02215470135

Contatti