Le Vele - La Comunita: Villa Gatta Comunità ad alta protezione (CPA): 20 posti letto

Via XXV Aprile 22/24
20056 Trezzo sull’Adda (Milano)
Tel. 02 90 91 857
Medico Responsabile: Dott.ssa Alessandra Pozzi, Medico Psichiatra presente 4 ore al giorno dal Lunedì al Venerdì
Coordinatrice: Dott.ssa Susanna Strepponi, Psicologa presente 8 ore al giorno dal Lunedì al Venerdì

Un gruppo di 8 educatori garantisce, attraverso i turni, la presenza di 2 educatori durante il giorno e la sera, uno la notte.
Essi si occupano dell’assistenza, della riabilitazione in senso lato e della terapia d’ambiente.
Un gruppo di 6 Infermieri Professionali garantisce, attraverso i turni, la presenza di 1 infermiere professionale 24 ore su 24. 
Essi si occupano della cura degli aspetti più strettamente sanitari compresa la somministrazione delle terapie. 
La Comunità Villa Gatta è stata attivata nel luglio del 1998 e ospita 20 persone. Si trova nel centro di Trezzo sull’Adda ed usufruisce di numerosi servizi commerciali e di comunicazione. 
E’ una villa da 2 piani fuori terra e un seminterrato. Originariamente era costituita da due grandi appartamenti, posti uno sopra l’altro, destinati ad uso civile. 
La destinazione attuale è la seguente:
• il seminterrato è utilizzato per le attività di movimento (palestra, fitness, aerobica, ecc.) e per le attività creative (fotografia creativa, laboratorio delle idee, ecc) ; 
• l’appartamento al primo piano è composto da un ampio salone, 4 camere e 3 bagni, un locale infermeria;
• l’appartamento al secondo piano è composto da: una cucina, ampio salone/pranzo, 5 camere, 2 bagni, studio medico; 
• Grandi terrazzi e portici circondano la casa. E’ compreso anche un giardino di circa 500 mq.
I servizi sanitari del territorio di Trezzo, Vimercate e Vaprio vengono utilizzati sia per le necessità sanitarie generali o urgenti (prelievi, controlli, visite, ecc…) sia per quelli tipicamente psichiatrici (T.S.O., Pronto Soccorso, ecc.).
Con i servizi sociali, culturali e amministrativi del Comune di Trezzo sull’Adda c’è un’ottima collaborazione per la partecipazione a progetti, per alcune attività di tirocinio e ludiche, e per i servizi alla persona.
L’obiettivo generale è quello di rendere questa comunità un luogo di cura e riabilitazione per ospiti che hanno una patologia compatibile con il contesto comunitario e cittadino in cui si trova. In particolare accogliamo patologie che non prevedono comportamenti eccessivamente disgreganti. LE ATTIVITA’La Comunità Terapeutica “Villa Gatta” ospita 20 pazienti, dei quali circa l’85% presenta, all’ingresso, una diagnosi all’interno dell’aerea delle psicosi, il rimanente 15% presenta una diagnosi di Disturbo di Personalità. Data la netta prevalenza di patologie gravemente defi citarie, gran parte delle attività e degli interventi offerti all’utenza è volta ad un processo di maggiore autonomizzazione possibile e di stabilizzazione, sia sul piano della cura della propria persona e degli spazi, sia sul piano relazionale nonché su quello lavorativo.
L’attività clinico-sanitaria e l’attività socio-riabilitativa è simile a quella svolta nella comunità La nostra Locanda di Vaprio. L’ ORGANIZZAZIONE DELLA GIORNATAOre 7.00 prima sveglia e colazione per gli ospiti che partecipano al tirocinio lavorativo
Ore 8.00 somministrazione della terapia e passaggio di consegna, tenuto da un educatore a favore della microéquipe che entra in turno
Ore 9.00 seconda sveglia e colazione sia per gli ospiti che restano in comunità sia per quelli che partecipano a tirocinio lavorativo (secondo turno). La cucina, dopo la colazione, viene sistemata dagli operatori e dagli infermieri in turno in collaborazione con gli ospiti.
Ore 10.00 – 12.00 cura della propria persona e degli spazi personali. Larga importanza viene data alla cura del corpo e degli spazi individuali. L’infermiere professionale in turno, in collaborazione con gli altri operatori, supporta l’ospite nell’igiene personale, soprattutto all’inizio del percorso terapeutico e con pazienti gravemente deficitari, spesso sostituendosi all’ospite stesso e gradualmente trasmettendogli “una modalità specifica di prendersi cura di sè”. Gli operatori, parallelamente, fungono da Io ausiliario all’ospite nel riordino dei propri spazi e nell’organizzazione e pianificazione della giornata. 
Gli ospiti sono assistiti anche sul piano sociale, tramite l’accompagnamento e la vicinanza nello svolgere pratiche quali la pensione, l’ottenimento delle tessere di libera circolazione, l’apertura e l’utilizzo di libretti postali o di conti correnti, ecc.. L’assistenza sociale si svolge in collaborazione con gli A.S. del loro territorio di provenienza. 
Durante la mattina gli ospiti sono assistiti ed accompagnati anche per la parte sanitaria presso ospedali ed ASL presenti sul territorio di Trezzo e limitrofi.
Ore 12.00 – 14.00 preparazione della sala pranzo e riordino cucina.
Tutti gli ospiti, una volta concordato il progetto individuale secondo le proprie capacità, vengono inseriti in turni di riordino cucina, coadiuvati dagli operatori, collaborando alla preparazione della sala da pranzo, alla pulizia delle stoviglie, alla preparazione del caffè. 
I pasti sono forniti da un self-service e vengono serviti unicamente dagli operatori in turno.
Ore 14.00 somministrazione della terapia e svolgimento delle attività riabilitative, ricreative e spazio libero autogestito.
Lo spazio pomeridiano è dedicato ad attività di gruppo di natura riabilitativa e ricreativa, alle quali gli ospiti sono liberi di partecipare concordemente al progetto stabilito con loro; viene comunque lasciato libero spazio ad attività autogestite (come passeggiate individuali presso bar, biblioteca, internet point, parco, ecc.) ed al riposo per coloro che ne sentono la necessità.
Ogni giorno della settimana, ad eccezione della domenica, si propone un’ attività di natura diversa ed orientata alla stimolazione di aree specifiche (vedi attività di seguito).
Ore 16.45 viene servita la merenda agli ospiti presenti.
Ore 19.00 preparazione della sala pranzo, cena e riordino della cucina.
Ore 21.00 somministrazione della terapia e apertura della cucina per camomilla o the.
La serata è dedicata all’aspetto ludico e ricreativo, per coloro che vogliono partecipare, con uscite con gli operatori presso cinema, bowling, campo di calcetto, discoteca, locali con musica live.
Per coloro che restano in Comunità alle ore 23.00 è richiesto agli ospiti di spegnere la TV comune o le radio e di ritirarsi nelle proprie stanze.  LE ATTIVITA’ SETTIMANALIAttività riabilitativo-sportive: piscina, palestra, fitness-dance, calcetto.
Riscoperta degli schemi motori di base; osservazione da parte del responsabile delle attività motorie rispetto alla coordinazione spazio-temporale, oculo-manuale-podale e programmazione di un intervento che ripristini tale funzioni, fra gli obiettivi un miglioramento delle funzioni cardio-circolatorie. Importante anche l’aspetto di risocializzazione e relazionale in un contesto ludico-sportivo.
Attività riabilitative: arteterapia, laboratorio delle idee, laboratorio di fotografia creativa.
Il Laboratorio delle Idee è gestito da una educatrice specializzata in arti creative, ed è finalizzato alla libera espressione della propria creatività, realizzando oggetti in decoupage, o decorati a mano. Gli ospiti hanno anche la possibilità di vendere gli oggetti di propria creazione ai mercatini organizzati sul territorio, ricavandone un utile in denaro per le proprie necessità.
Arteterapia: corso tenuto da un’arteterapeuta, finalizzato a percorsi individuali di espressione attraverso l’acquisizione di tecniche pittoriche diverse (pastelli a cera, tempere, acquerelli…).
Laboratorio di Fotografia Creativa: finalizzato all’acquisizione di nozioni di base sull’uso del PC e della macchina fotografica digitale, alla elaborazione delle immagini attraverso software di grafica. 
Periodicamente i responsabili delle attività riabilitative si incontrano con l’équipe nella riunione settimanale, al fine di integrare le informazioni raccolte in comunità con le esperienze al di fuori di essa e dare un’immagine dell’ospite più completa.  Attività ludico-ricreative strutturate: 1 gita al mese in città d’arte, stazioni termali, località turistiche (montagna, lago, mare), cinema (1 volta a settimana), bowling (1 volta a settimana), teatro, discoteca (1 volta al mese)Attività ludico-ricreative non strutturate: passeggiate nelle zone vicine (bar, locali con musica live, gelateria, biblioteca) concordate con l’operatore in turno; organizzazione di feste a tema (natale, capodanno, ferragosto…) e cene dove gli ospiti sono coinvolti in prima persona nella realizzazione.Attività di gruppo: riunione ospiti-operatori finalizzata alla discussione delle problematiche di convivenza fra gli ospiti e con gli operatori, ed al coinvolgimento in attività comunitarie attraverso la progressiva responsabilizzazione degli ospiti stessi.

Le Vele - società cooperativa sociale onlus

Indirizzo: 20056 Trezzo sull'Adda (MI) Via Fiume 15/17

Partita Iva: 03132910963

Codice Fiscale: 02215470135

Contatti