News

Una raccolta delle ultime news da Le Vele al 29/07/2020

CROWDFUNDING TUTTI FUORI!!!: VIA ALLE DONAZIONI

TUTTI FUORI!!!

Ultimamente, a causa della emergenza sanitaria in atto, la nostra priorità è stata quella di tutelare la salute fisica dei nostri ospiti. Si è reso infatti necessario limitare il più possibile i contatti con l’esterno, le uscite ed i rientri a casa.

Sarebbe bello, con l’arrivo della primavera, poter godere degli spazi aperti, dopo mesi di chiusura.

Ci appare importante riqualificare ed abbellire gli ambienti esterni delle nostre comunità, ove i ragazzi possano trascorrere del tempo all’aperto e incontrare, durante la bella stagione, i loro familiari ed amici.

Abbiamo bisogno del Vostro aiuto: Vi chiediamo un contributo economico per comprare tavoli e sedie per allestire una veranda, acquistare un gazebo e due barbecue per le nostre comunità.

Questi arredi, per noi, non sono semplici arredi, ma rappresentano l’occasione di favorire nuovi spazi di incontro, relazioni ed un po’ di leggerezza.

Le Vele sono state costituite nel 1995. La cooperativa sociale Le Vele si occupa di salute mentale. Gestiamo due comunità, una a Vaprio d’Adda ed una a Trezzo sull’Adda (MI), che ospitano 20 pazienti ciascuna. La mission della cooperativa è quella di occuparsi dell’assistenza e della riabilitazione psichiatrica attraverso la gestione di comunità terapeutiche. Chi soffre di un disturbo psichico fatica nelle relazioni con gli altri e, per tale motivo, può essere utile l’esperienza della vita comunitaria. Le nostre comunità sono sempre state aperte all’esterno ed i nostri ospiti hanno sempre usufruito degli spazi e dei servizi offerti dal territorio. La comunità è un luogo che ha funzione di intermediario tra le richieste del mondo esterno ed i bisogni del paziente. Oltre ad un clima affettivo e protettivo è importante anche creare un ambiente accogliente, piacevole e fruibile, ancor più adesso che l’esterno è meno accessibile. Nasce così l’esigenza di riqualificare ed abbellire gli spazi aperti all’interno delle strutture. Alla comunità La Nostra Locanda serve il Vostro aiuto per acquistare dei tavoloni e sedie da collocare in una grande veranda, un salottino da giardino per un gazebo e un barbecue. Per la comunità Villa Gatta, ci serve il vostro contributo per costruire un nuovo gazebo, arredarlo e completarlo con un barbecue.  I nostri ospiti potrebbero pranzare, bere il caffè, giocare a carte in veranda.  Trascorrere del tempo a chiacchierare con familiari ed amici sotto i gazebo, durante la bella stagione. Organizzare piacevoli grigliate per festeggiare compleanni, ricorrenze e, quando finalmente si potrà, aprirci al territorio. Per realizzare il nostro obbiettivo abbiamo bisogno di raggiungere la cifra di 5.000 euro. Potete sostenerci cliccando sul seguente link………………… Ci saranno delle piccole ricompense per chi deciderà di aiutarci.     Con un contributo di 10 euro riceverete un simpatico bigliettino multimediale di ringraziamento – raffigurante il murales dipinto dai nostri pazienti – insieme a una sorpresa… multilingue!  

Con 25 euro una lezione di yoga online, con un nostro educatore, che già propone l’attività ai nostri ospiti.  Con 50 euro avrete la lezione di yoga ed un invito speciale all’aperitivo del nostro prossimo open day.

Contiamo su di voi! Grazie da parte degli ospiti e del personale delle Vele!

 

——————————————————————————————————

OPEN DAY 2019

Sabato 5 ottobre i locali della CPA La Nostra Locanda hanno ospitato utenti, operatori, personale dell’ufficio, bambini e famigliari provenienti anche dal territorio, per l’annuale OPEN DAY pensato per fare incontrare tutte le persone che a vario titolo partecipano alla vita della nostra cooperativa. La giornata si è aperta con la proiezione di un filmato dedicato alla realizzazione del murales che da alcune settimane abbellisce lo spazio retrostante la comunità. Frutto dell’impegno di tanti ospiti, l’opera è anche il risultato della tenacia, della bravura e della professionalità dell’arteterapeuta Sabina Lazzarini, che da molti anni conduce il laboratorio di arteterapia il lunedì pomeriggio presso La Nostra Locanda.

 “Questo progetto è nato dagli ospiti della struttura “La Nostra Locanda”, comunità protetta ad alta assistenza, a Vaprio d’Adda. In particolare dal desiderio di un ospite molto interessato e appassionato di Street Art e graffiti, il quale è riuscito a coinvolgere altri ospiti. Gli utenti più giovani della struttura hanno mostrato interesse per un linguaggio artistico “contemporaneo” (writing, murales, stancyl, ecc..), e si è cercato di formulare al meglio una proposta adeguata e attuabile all’interno dell’attività di Arteterapia. Quello che abbiamo realizzato è stato un lavoro di street-art corale, in un contenitore protetto (setting di Arteterapia), con la guida e la supervisione di figure professionali in grado di sostenere, accogliere e mediare. L’intento iniziale è stato anche quello di far “dialogare”, in un processo artistico complesso, ospiti/pazienti ed operatori per consentire loro di lavorare insieme alla creazione di un lavoro pubblico che rimarrà a lungo sul muro della struttura, a testimonianza di una bella esperienza condivisa, nel quale possa essere custodito e trasmesso un messaggio positivo. Gli obiettivi ai quali ci siamo orientati sono stati: poter infondere nei ragazzi il senso di responsabilità, di soddisfazione nel veder portare a termine un lavoro artistico così visibilmente strutturato, per cercare di dar loro un rinforzo e uno stimolo alla condivisione e al gioco di squadra, interiorizzando messaggi positivi. Interazione tra ospiti e operatori, condivisione di un’esperienza che lascia il segno: attraverso un processo performativo in cui anche il fisico si attiva, consentendo al corpo di immagazzinare una preziosa memoria, mente e corpo attivano un processo importante nel quale possono capitalizzare questo tipo di esperienza in modo da poterla riprodurre in un altro contesto (di vita, quotidiano, lavorativo, ecc.). Il ricordo rimanda ad un vissuto di un’esperienza carica di soddisfazione e gratificazione a livello profondo.”

Le tante persone intervenute hanno quindi potuto ascoltare il concerto dei Two Blues, duo folk-rock che ha entusiasmato i presenti con un ricco repertorio di classici della canzone americana. Il pranzo nei locali della comunità ha fatto felici tutti i presenti, che hanno potuto vivere un momento di sana convivialità, gustando anche le ottime torte preparate per l’occasione dalle lavoratrici degli uffici.

3 X TREZZO#2

Domenica 15 settembre la Piazza Grande di Trezzo sull’Adda si è riempita di persone per la festa organizzata dalla cooperativa sociale Le Vele, la scuola dell’infanzia S.Maria e l’associazione Hakuna Matata. Patrocinata dal comune, la festa è stata l’occasione per festeggiare i 25 anni della cooperativa Le Vele – che da un quarto di secolo offre sul territorio servizi per chi soffre di disturbi psichiatrici – e per una raccolta fondi da parte delle altre associazioni promotrici dell’evento. A partire dal pomeriggio le suore della scuola d’infanzia S.Maria hanno proposto l’attività di truccabimbi ispirandosi alla figura di Mary Poppins , facendo divertire i bambini con giochi e balli a tema. Gli stessi bambini si sono poi lasciati coinvolgere nel drum-circle di Valentina Carissimi e insieme ai più grandi hanno potuto sorprendersi suonando le percussioni in un crescendo entusiasmante , seguito dal rilassante suono dell’arpa. Al momento della cena l’area ristoro è stata occupata in ogni ordine di posto e le famiglie hanno potuto gustare cibo e bevande prima del concerto di Teo e le veline grasse, che per più di due ore hanno intrattenuto i presenti con la loro irresistibile simpatia e le loro spiritosissime canzoni. Durante il concerto è salita sul palco anche la signora Enrica, che ha meritato gli applausi del pubblico duettando con il figlio Teo.

Intervento del Dott.Benaglia al convegno “I GRUPPI NEI PROGRAMMI DI CURA PSICHIATRICI”

Dott. Michele Benaglia

Il 5 settembre scorso il dott. Benaglia, psicoterapeuta ad indirizzo psicoanalitico fenomenologico, collaboratore alle Vele dal 2007 ad oggi in qualità di conduttore di conduttore di gruppi psicoterapeutici per pazienti con disturbi psicotici, di personalità e correlati all’abuso di sostanze, ha partecipato come relatore al convegno “I GRUPPI NEI PROGRAMMI DI CURA PSICHIATRICI” svoltosi presso gli Istituti Clinici Zucchi di Carate Brianza. Nel corso del suo intervento Benaglia ha ripercorso gli episodi fondamentali della sua esperienza come conduttore di gruppi terapeutici alle Vele: dagli inizi nel 2007 con un solo gruppo ai tre gruppi di oggi, con focus specifici individuati in base all’utenza.

Maggiori informazioni